I LAVORATORI DELLE PORTINERIE RICEVUTI IERI IN PREFETTURA

La Nuova Venezia, 19 maggio 2010

Continua la protesta dei lavoratori rimasti senza contratto delle portinerie di Ca' Foscari, dopo che il tribunale aveva dato loro ragione per il reintegro da parte delle cooperative vincitrici dell'appalto alle medesime condizioni lavorative. Dop un'occupazione temporanea del rettorato, grazie a una mediazione alla quale ha partecipato anche la Questura, ieri il vicecapo di Gabinetto del Prefetto, Natalino Domenico Manno, ha ricevuto i sindacati. "Abbiamo ribadito, carte alla mano, la situazione dei lavoratori che hanno da parte loro le sentenze del tribunale: abbiamo chiesto che la prefettura si prenda carico di trovare una soluzione", ha spiegato Daniele Zennaro della Uil. La prefettura, dopo aver ascoltato sia Ca' Foscari, che la rappresentanza sindacale, sentirà con tutta probabilità anche le cooperative Guerriero e Prodest. I sindacati inoltre sono riusciti a strappare un incontro a Giorgio Orsoni per giovedì e sempre durante lo stesso giorno anche a Palazzo Ferro Fini. I lavoratori hanno dalla loro una sentenza del Tar e sono tutti in attesa del 28 maggio, data del prossimo consiglio di amministrazione dell'Università.