I PORTINAI DI CA' FOSCARI OCCUPANO IL CONSIGLIO COMUNALE
La solidarietà del sindaco Giorgio Orsoni: "Il mio impegno per cercare una soluzione al vostro dramma"

La Nuova Venezia, 15 giugno 2010

Si sono sedute sugli scranni dei consiglieri comunali esasperate: una vicenda kafkiana quella della quale sono vittime una quaranrtna di lavoratori - soprattutto lavoratrici, appunto - della Biblos, la società che gestiva le portinerie di Ca' Foscari, prima che si aggiudicasse la gara al ribasso l'Ati Il Guerriero-Prodest. Sindacati e lavoratori hanno in mano ben due sentenze del giudice del lavoro che impongono il reintegro dei lavoratori, ma l'Ati non ha ottemperato. Sono seguite occupazioni del rettorato, proteste e ieri, infine, il disagio dei lavoratori si è riversato sul Comune.
"Vi assicuro il mio personale impegno per cercare una soluzione", ha dichiarato loro il sindaco. Per evitare che si prefigurasse l'annullamento della seduta - con l'inevitabile denuncia degli occupanti - il sindaco ha consigliato l'inizio del Consiglio e la sua immediata interruzione, convocando una riunione con gli ex dipendenti e con le rappresentanze sindacali, presenti anche il capo gabinetto Romano Morra, il direttore generale Marco Agostini, il vicesindaco Simionato, il direttore Affari istituzionali Bassetto, il presidente del Consiglio comunale Turetta e il consigliere con delega al Lavoro, Sebastiano Bonzio. Un incontro urgente con le parti è fissato in Prefettura per giovedì 17 e, il giorno seguente, con i lavoratori. "Non posso che esprimere la personale solidarietà a questi lavoratori in difficoltà", ha detto il Sindaco, "con il prefetto abbiamo convenuto sull'urgenza di un incontro tra Comune, l'impresa d'appalto e rettore di Ca' Foscari: cercheremo di trovare le soluzioni possibili a questa intricata vicenda": Il Consiglio è poi ripreso per l'approvazione del Bilancio consultivo 2009, con un lungo dibattito che ha fatto slittare - causa anche esordio mondiale dell'Italia - alla prossima seduta ordini del giorno e delibere: il consigliere pdl Sebastiano Costalonga si è presentato con una maglietta dell'Italia.