IL 21 SCIOPERO DEL MULTISERVICE

La Nuova, 10 Dicembre 2009

A casa 52 lavoratori delle portinerie, corteo fino a Ca' Foscari

Sciopero generale, a livello provinciale, del settore dei multiservice il prossimo 21 dicembre, con corteo che si snoderà da Piazzale Roma fino a Ca' Foscari. E' la risposta di Cgil e Uil alla vicenda dei 52 lavoratori del servizio di portierato e front office dell'ateneo veneziano che dal primo dicembre si sono ritrovati senza impiego. Una presa di posizione quella dei sindacati, rappresentati da Daniele Zennaro e Brunero Zacchei della Uil e da Monica Zambon, Andrea Brignoli e Italia Scattolin della Cgil, che hanno ribadito non solo di voler lottare per una situazione contingente, ovvero tutelare più 52 persone (la maggiorparte donne), ma soprattutto per non far passare una certa logica nelle esternalizzazioni. Tutto nasce dal ricorso vinto al Consiglio di Stato dalle cooperative Il Guerriero e Prodest, escluse in un primo tempo dalla gara di appalto perchè la loro offerta era anomala per un eccesso di ribasso. Ritornate in pista, le due cooperative non hanno assorbito i 52 lavoratori, che pure in precedenza avevano firmato una proposta di assunzione proposta dalle stesse cooperative con condizioni che i sindacati definiscono deteriori rispetto ai diritti acquisiti. "Ci troviamo di fronte a una violazione dei più basilari istituti - ha tuonato Zambon - con una indiscriminazione indiretta, visto che a essere colpite sono soprattutto donne". Zacchei ha sottolineato che "Ca' Foscari avrebbe la possibilità di rescindere il contratto con Il Guerriero e Prodest per inadempienza contrattuale".